Dipartimento federale di giustizia e polizia

Firmato un accordo sui visti con Maurizio

Comunicati, DFGP, 26.10.2010

Berna. In data odierna Rudolf Baerfuss, ambasciatore svizzero in Sudafrica e competente anche per Maurizio, e A.P. Neewoor, segretario di Stato della Repubblica di Maurizio, hanno firmato a Maurizio un accordo sulla soppressione reciproca dell'obbligo del visto.

L'accordo, che entra in vigore il giorno della firma, garantisce ai cittadini della Confederazione Svizzera e della Repubblica di Maurizio la possibilità di entrare e soggiornare senza visto per massimo tre mesi sul territorio dell'altro Stato.

I cittadini di entrambe le Parti contraenti titolari di un passaporto diplomatico o di servizio valido che si recano sul territorio dell’altra Parte contraente in veste ufficiale, in qualità di membri di una rappresentanza diplomatica o consolare del proprio Stato, sono dispensati dall’obbligo del visto per tutta la durata delle loro funzioni.

Firmando il 28 maggio 2009 un pertinente accordo bilaterale, l'UE ha esentato i cittadini mauriziani dall'obbligo del visto per l'intero spazio Schengen. In qualità di Stato associato a Schengen, anche la Svizzera ha applicato tale decisione. Tuttavia, non essendo la Svizzera parte dell'accordo tra l'UE e Maurizio, i cittadini svizzeri, contrariamente ai cittadini dell'UE, non godevano sinora di un diritto contrattuale alla reciprocità. Tale diritto è ora garantito dall'entrata in vigore dell'accordo tra la Svizzera e Maurizio.

L'estensione della libertà di viaggiare per titolari di passaporti diplomatici promuove la cooperazione internazionale e rafforza la posizione della Svizzera quale sede di varie organizzazioni internazionali.