Tre esempi

Ritorno alla pagina «La procedura d’asilo »
Tre persone: tre destini diversi (ricostruiti), tre casi provenienti da Paesi diversi, ma un solo obiettivo: la Svizzera e la protezione da persecuzioni.

 
Caso A

Fall A

Mamadou B., 19 anni, cittadino guineano di etnia Peul, senza formazione scolastica, celibe. Dopo aver vivacchiato per anni grazie a modesti impieghi nell’economia di sussistenza e nella città di Conakry, ha deciso, col sostegno della famiglia, di emigrare in Europa, dove spera di trovare un lavoro regolamentato. Nel mese di ottobre accarezza inoltre l’idea di ottenere per matrimonio un’autorizzazione di soggiorno in un ricco Paese industriale.

Con i risparmi di tutta la famiglia, Mamadou B. paga un passatore che schizza davanti ai suoi occhi una traiettoria di viaggio per mare alla volta dell’Italia.

 
Caso B

Fall B

Ahmed H., 23 anni, cittadino somalo di etnia abgaal, cresciuto a Mogadischu, celibe, senza formazione né reddito, decide di lasciare la Somalia per chiedere asilo in Europa.

 
Caso C

Fall B

Sadiye C., 25 anni, cittadina turca di etnia kurda, alevita, nubile, cresciuta a Bingöl (Turchia orientale) con due fratelli e quattro sorelle. Il padre possiede un ristorante la cui clientela è quasi esclusivamente curda. Da quattro anni studia alla facoltà di lettere inglesi dell’università di Istanbul.