Il Casinò di Mendrisio deve chiudere definitivamente

Il Consiglio federale respinge la domanda di riesame del Governo ticinese.

Comunicati, DFGP, 19.01.2000

Il Consiglio federale resta fermo: il Casinò di Mendrisio dovrà chiudere a partire dal 1° aprile 2000. La domanda di riesame presentata dal Governo ticinese è stata respinta perché non fornisce alcun argomento nuovo che possa indurre il Consiglio federale a rivedere la sua decisione del 22 dicembre 1999.

Con l'entrata in vigore, il 1° aprile 2000, della nuova legge sulle case da gioco (LCG), ogni kursaal che beneficia di una regolare autorizzazione (cantonale) per il gioco della boule approvata dal Consiglio federale, riceve una concessione transitoria. Il Casinò di Mendrisio non adempie tale premessa. Iniziò infatti la sua attività nel novembre 1997 come casinò con soli apparecchi automatici da gioco (dunque senza il gioco della boule), aggirando in tal modo la moratoria del Consiglio federale.

Già nel giugno 1997, il Consiglio federale rese attento il Canton Ticino sui rischi legati all'esercizio di un casinò con soli apparecchi automatici da gioco che aveva l'autorizzazione (cantonale), ma non l'approvazione della Confederazione. I gestori del casinò ne furono informati direttamente dal Governo ticinese. Pertanto il Casinò di Mendrisio fu aperto con piena consapevolezza dei rischi a cui si esponeva.

Il Consiglio federale mantiene inoltre la sua decisione anche perché, contrariamente all'opinione del Governo ticinese, non vi è stata disparità di trattamento rispetto ad altre richieste di concessione e, nell'ambito della procedura di approvazione, è stato a giusto titolo esaminato di nuovo se Mendrisio adempisse la funzione di regione turistica a sé stante.

Pur deplorando le conseguenze della chiusura del casinò, il Consiglio federale ribadisce che la Confederazione aveva avvertito per tempo del rischio esistente. Il Consiglio federale è convinto che il Canton Ticino, grazie al rilascio di concessioni secondo la nuova legge sulle case da gioco, a lungo termine riuscirà anche a compensare più che largamente l'imminente perdita di posti di lavoro causati dalla chiusura del Casinò di Mendrisio. Il Consiglio federale ha preso atto che i gestori del Casinò di Mendrisio hanno presentato all'Assemblea federale denunzia in merito.

Berna, 19 gennaio 2000

Contatto / informazioni
Commissione federale delle case da gioco CFCG, T +41 58 463 12 04, Contatto