La consigliera federale Metzler firma la Convenzione contro la criminalità organizzata

Comunicati, DFGP, 12.12.2000

Martedì, la consigliera federale Ruth Metzler-Arnold a firmato a Palermo in nome della Svizzera la Convenzione delle Nazioni Unite contro la criminalità organizzata internazionale.

La Convenzione è frutto degli impegni dell'ONU di reprimere la criminalità organizzata transfrontaliera. Il trattato mira a combattere più efficacemente a livello globale tale genere di criminalità che recentemente ha assunto dimensioni preoccupanti. Il trattato fissa norme minime nel senso che impegna gli Stati firmatari a collaborare sul piano internazionale e a punire in modo coerente il crimine organizzato.

La Convenzione è stata accolta con favore dal nostro Paese, dato che la lotta contro la criminalità organizzata riveste particolare importanza per la Svizzera. Un membro della delegazione svizzera ricapitolerà mercoledì davanti all'assemblea plenaria gli sforzi intrapresi dalla Svizzera negli scorsi anni in tale campo. Saranno sottolineate segnatamente le misure contro il riciclaggio di denaro; le norme penali svizzere emanate in tale settore soddisfano del tutto le esigenze della Convenzione. Il relatore svizzero porrà inoltre in evidenza come sia importante la collaborazione internazionale in questo campo, dato che la lotta contro la criminalità organizzata ha successo soltanto se vi è una stretta collaborazione tra tutti gli Stati interessati.

In colloqui bilaterali tenutisi in margine alla Conferenza, la signora Metzler ha incontrato numerosi colleghi, in particolare e per la prima volta la sua omologa francese con la quale ha discusso questioni concernenti l'assistenza giudiziaria reciproca.

Palermo-Berna, 12 dicembre 2000

Contatto / informazioni
Servizio d'informazione DFGP, T +41 58 462 18 18, Contatto