Ufficio federale di polizia

Gli stupefacenti continuano a essere facilmente ottenibili – ancora in calo i morti per consumo di stupefacenti

Statistica svizzera sugli stupefacenti 1999

Comunicati, fedpol, 30.03.2000

Anche l'anno scorso, in Svizzera, è stato possibile ottenere, a prezzi favorevoli e in quantità notevoli, tutti i comuni tipi di stupefacenti illegali. Nel 1999, la polizia ha sequestrato, rispetto all'anno precedente, più cocaina e più o meno la stessa quantità di eroina, ma decisamente meno prodotti di cannafino a. I casi di morte per abuso di stupefacenti sono di nuovo diminuiti, passando da 210 a 181.

Anche lo scorso anno si è registrato un ulteriore calo dei tossicodipendenti deceduti. Grazie all'accresciuta offerta nei settori della terapia e dell'aiuto alla sopravvivenza, la cifra record di 419 decessi registrati nel 1992 è scesa nell'arco di sette anni a 181 vittime. La statistica svizzera sugli stupefacenti comprende tuttavia soltanto i decessi notificati dalla polizia. Stando alle stime degli specialisti nel campo della tossidipendenza, ogni anno circa altre 200 persone che si iniettano stupefacenti muoiono a causa di malattie infettive (aids, itterizia).

L'eroina spacciata e consumata in Svizzera perviene nel nostro Paese prevalentemente dalla Turchia, via terra attraverso le varie strade dei Balcani. Il commercio di eroina è in gran parte controllato da albanesi provenienti dal Kosovo e dall'Albania. Nonostante il conflitto nel Kosovo, l'anno scorso non vi sono mai state difficoltà di approvvigionamento. Il commercio si svolge per il tramite di varie stazioni: i trafficanti più importanti restano nell'ombra e non hanno alcun contatto con gli acquirenti, mentre la vendita per le strade è assicurata soprattutto da giovani trafficanti in età fra i 18 e i 24 anni. Nel 1999 la polizia è riuscita a sequestrare 397 kg di eroina, vale a dire quasi la medesima quantità dell'anno precedente (403 kg). Il luogo di spaccio per eccellenza rimane il Canton Zurigo nel quale sono stati confiscati 239 kg di eroina (all'incirca il 60% dei sequestri complessivi).

Zurigo rimane anche la principale porta d'accesso della cocaina in Svizzera, che per la massima parte arriva per via aerea dall'America latina. All'incirca i tre quarti della cocaina confiscata (210 kg su 288 kg) sono stati sequestrati nel Canton Zurigo. Rispetto all'anno scorso i sequestri sono aumentati di circa il 15%. Il commercio di cocaina è controllato da trafficanti dell'Africa nera e dell'America latina nonché da italiani e spagnoli. Anche gruppi provenienti dall'ex Jugoslavia e dalla Turchia sono attivi nel commercio di cocaina.

Coltivazione e vendita illegale di canapa per stupefacenti

In Svizzera la maggior parte dei campi di canapa sono destinati alla produzione illegale di stupefacenti. Stando a stime della polizia la produzione annuale di hascisc sarebbe di 1,5 fino a 10 tonnellate e quella di marihuana di 50 fino a 200 tonnellate. In Svizzera il commercio illegale di hascisc si svolge prevalentemente per strada. La marihuana è principalmente venduta sotto forma di "cuscinetti profumati" o di "talleri di canapa" attraverso una rete di negozi di canapa distribuiti su quasi tutto il territorio. Prodotti stupefacenti derivati dalla canapa "Made in Switzerland" sono esportati anche all'estero. Nello scorso anno la polizia ha confiscato in totale 8,4 tonnellate di prodotti di cannabis (l'anno precedente: 14,9 t.).

Da quando le grandi riunioni "rave" e manifestazioni tecno sono diventate più rare, il commercio di ecstasy si svolge prevalentemente nelle discoteche e in altri locali notturni. La sostanza è principalmente offerta da giovani spacciatori specializzati. Dopo i forti aumenti degli anni '90, anche l'anno scorso le quantità di ecstasy sequestrate sono diminuite, passando da 73'914 a 67'343 dosi. Le dosi sequestrate provengono soprattutto dai Paesi Bassi.

Meno denunce

Lo scorso anno il numero delle infrazioni alla legge sugli stupefacenti è leggermente diminuito, passando da 45'726 a 44'336 (- 3%). Le 3715 denunce per traffico di stupefacenti corrispondono all'incirca al numero dell'anno precedente (3734) e rappresentano l'8,4% delle denunce per infrazioni alla legge sugli stupefacenti. L'86% dei trafficanti di stupefacenti denunciati erano stranieri. Le denunce per consumo di stupefacenti sono diminuite da 37'110 a 35'314 e rappresentano il 79,6% delle denunce per infrazioni alla legge sugli stupefacenti. Sono per contro notevolmente aumentate le denunce contro nuovi consumatori: da 12'627 a 16'278 (+29%).

Contatto / informazioni
Comunicazione e media fedpol, T +41 58 463 13 10, Contatto