Vigilanza sul Ministero pubblico della Confederazione: aperta la consultazione

Comunicati, DFGP, 29.06.2005

Berna, 29.06. 2005. Il Consiglio federale intende rendere più efficace la vigilanza sul Ministero pubblico della Confederazione affidandola a un'unica autorità, ossia il DFGP. Oggi ha pertanto autorizzato il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) a porre in consultazione le necessarie modifiche di legge fino alla fine di settembre.

La proposta del Consiglio federale di riunire la vigilanza presso un'unica autorità permette in particolare di mantenere una visione d'insieme sul disbrigo delle pratiche e sulle risorse necessarie presso il Ministero pubblico della Confederazione

Un collegio peritale presieduto da Luzius Mader, vicedirettore dell'Ufficio federale di giustizia, ha elaborato le modifiche di legge, definendo con chiarezza i poteri di vigilanza e limitando la facoltà di impartire istruzioni. Tali restrizioni garantiscono l'indipendenza operativa del Ministero pubblico della Confederazione, specificando al contempo le competenze direttive.

Le modifiche di legge sono in linea con la Raccomandazione del Comitato dei Ministri del Consiglio d'Europa agli Stati membri sul ruolo del Ministero pubblico nel sistema della giustizia penale.

Non soddisfa la vigilanza suddivisa

Finora il DFGP, su incarico del Consiglio federale, vigilava sul settore amministrativo del Ministero pubblico, mentre al Tribunale penale federale competeva la vigilanza operativa. L'esperienza ha mostrato che la suddivisione in una parte amministrativa e una tecnica rende molto più difficile assicurare una vigilanza efficace e coerente:

  • il Tribunale statuisce sui ricorsi presentati contro le decisioni del Ministero pubblico della Confederazione, ma è difficile che possa ordinare misure organizzative o disciplinari immediate qualora riscontri carenze o lacune, visto che la vigilanza amministrativa compete al Consiglio federale;
  • il DFGP dal canto suo ha poche possibilità di verificare il fabbisogno di risorse finanziarie, personali e materiali del Ministero pubblico della Confederazione, esaminando il disbrigo delle pratiche.

In passato vi sono state sostanziali divergenze di opinioni tra il Ministero pubblico della Confederazione e le due autorità di vigilanza in merito alla definizione e al contenuto della vigilanza nonché alla delimitazione delle rispettive competenze in materia.

Immunità degli impiegati della Confederazione

Il Consiglio federale propone inoltre di svincolare le autorità inquirenti dei Cantoni e della Confederazione dall'obbligo di chiedere l'autorizzazione del DFGP prima di procedere penalmente contro un impiegato federale. Tale riserva al perseguimento penale degli impiegati della Confederazione è ormai divenuta obsoleta, in quanto le autorità inquirenti sono senz'altro in grado di riservare un trattamento adeguato alle denunce ingiustificate o querulomani.

Indennizzo dei Cantoni

Oltre al progetto in materia di vigilanza, il DFGP pone in consultazione un secondo oggetto in base a cui la Confederazione potrà rimborsare le spese straordinarie sostenute dai Cantoni. Al Ministero pubblico competono infatti nuovi compiti di polizia giudiziaria federale, che potrà assolvere soltanto avvalendosi in maggior misura dei servizi cantonali specializzati.

Contatto / informazioni
Luzius Mader, Ufficio federale di giustizia, T +41 31 322 41 02, Contatto