Il diritto in vigore soddisfa le esigenze poste dal commercio elettronico

Parere del Consiglio federale su un rapporto della CdG-N

Comunicati, DFGP, 21.12.2005

Berna, 21.12.2005. Il diritto in vigore soddisfa le esigenze poste dal commercio elettronico: lo dichiara il Consiglio federale nel suo parere su un rapporto della Commissione della gestione del Consiglio nazionale (CdG-N).

Il Consiglio federale condivide l’indirizzo del rapporto della CdG-N sulla protezione del consumatore nel commercio elettronico, secondo cui il successo del commercio elettronico non dipende soltanto da fattori di natura economica e tecnica. Anche le condizioni quadro giuridiche sono importanti, perché garantiscono la certezza del diritto e rafforzano la fiducia del consumatore nel commercio elettronico.
 
Contrariamente a quanto sostiene la CdG-N, il Consiglio federale ritiene che il diritto in vigore soddisfi le esigenze poste dal commercio elettronico. Ricorda che, per questo motivo, il 9 novembre 2005 ha deciso si non dare seguito al controverso avamprogetto di legge federale sul commercio elettronico. Per il Consiglio federale non vi sono motivi convincenti che giustificherebbero un adeguamento autonomo al diritto dell’UE in materia.

Contatto / informazioni
Ufficio federale di giustizia, T +41 58 462 77 88, Contatto