Il Consiglio federale risponde a una mozione sul passaporto

Dopo il progetto pilota la procedura di rilascio sarà più semplice – Ordinare ora l’attuale conveniente passaporto modello 03

Comunicati, DFGP, 04.09.2006

Berna. Durante il progetto pilota per l’introduzione del passaporto con i dati leggibili elettronicamente, la procedura di rilascio del passaporto 06 non sarà modificata. Lo afferma il Consiglio federale nella sua risposta alla mozione del consigliere nazionale del PLR Pierre Triponez. Per l’introduzione definitiva s’intende tuttavia semplificare la procedura.

La procedura di rilascio del passaporto 06, che - oltre all’attuale passaporto 03 tuttora valido - da oggi sarà disponibile in quantità ridotta, prevede che la persona richiedente si rechi due volte presso un’autorità. Prima deve presentare la richiesta al proprio comune di domicilio portando con sé, come finora, una fototessera. In seguito si deve recare in un centro per la registrazione dei dati biometrici, in cui sono registrati e verificati i dati elettronici (vedi www.passaportosvizzero.ch). Dopo il progetto pilota, in occasione dell’introduzione definitiva del passaporto con i dati elettronici, è previsto che la persona richiedente possa ottenere il passaporto recandosi una sola volta presso un’autorità.

Nella sua risposta il Consiglio federale ribadisce che ha bisogno di un costoso passaporto 06 biometrico solo chi intende recarsi o fare scalo senza visto negli Stati Uniti dopo il 26 ottobre 2006 e non possiede un passaporto dell’attuale modello 03 rilasciato prima di questa data. A chi ha intenzione di recarsi o fare scalo negli Stati Uniti nei prossimi anni e non possiede ancora il conveniente passaporto 03, si raccomanda di ordinarlo entro la fine di settembre 2006.

Emolumento quanto più conveniente possibile
Come già osservato nella risposta alla mozione Amherd (06.3165), per il passaporto il Consiglio federale intende fissare un emolumento quanto più conveniente possibile. L’emolumento tuttavia dovrà continuare a coprire tutti i costi legati alla produzione del passaporto.

Infine nella sua risposta il Consiglio federale afferma che, in vista dell’introduzione definitiva del passaporto biometrico, intende lasciare aperta la possibilità che i cittadini portino con sé fotografie scattate da un fotografo o in una cabina fotografica, a condizione che ciò non ostacoli una procedura vicina alle esigenze dei cittadini. I particolari dell’introduzione definitiva saranno stabiliti dopo la valutazione delle prime esperienze raccolte durante il progetto pilota.

Contatto / informazioni
Kommunikation und Medien fedpol, Ufficio federale di polizia, T +41 31 323 13 10, Contatto