Ufficio federale di polizia

Forze di sicurezza svizzere ai mondiali di calcio 2006

Sostegno al piano di sicurezza tedesco

Comunicati, fedpol, 22.05.2006

Berna, 22.05.06. Durante i mondiali di calcio le forze di sicurezza tedesche potranno contare sul sostegno della Svizzera. Circa 50 agenti dei corpi di polizia, della polizia ferroviaria e del Corpo delle guardia di confine saran-no impegnati, su richiesta dei responsabili in Germania, in diversi luoghi con incarichi differenti. Con questi impieghi e con sopralluoghi mirati si potranno raccogliere utili esperienze con cui perfezionare il piano di sicu-rezza per EURO 2008.

Con l’intervento a sostegno della Germania è messa in atto una dichiarazione d’intenti tra la Germania e la Svizzera firmata a inizio maggio. Insieme ai responsabili tedeschi si è nel frattempo chiarito quali sono gli interventi necessari e possibili e dove avranno luogo. Saranno impegnati agenti di diversi corpi di polizia, della polizia ferroviaria, del corpo delle guardie di confine (Cgcf) e dell’Ufficio federale di polizia (fedpol).

Centrale operativa e di analisi della situazione a Berna
Il Centro federale di situazione (CFS) del Servizio di analisi e prevenzione (SAP) presso fedpol gestisce a Berna una centrale operativa e di analisi della situazio-ne che durante l’intero periodo dei mondiali sarà in contatto con i centri di situa-zione in Germania e in altri Paesi. La Svizzera contribuirà così alla valutazione della situazione per quanto riguarda i pericoli in generale, ma anche a quella concernente i gruppi di tifosi svizzeri in Germania. A questo scopo il CFS intensi-ficherà la sua attività normale. L’attività sarà intensificata anche ai confini nazio-nali e agli aeroporti.

Durante i mondiali l’addetto di polizia svizzero in Germania sarà impiegato come agente di collegamento presso il «Bundeskriminalamt». Altri agenti di collegamen-to lavoreranno presso la «Zentrale Informationsstelle Sporteinsätze» (ZIS) a Neuss - servizio che corrisponde al Servizio centrale svizzero in materia di tifose-ria violenta -, e presso la polizia federale tedesca (ex «Bundesgrenzschutz») a Monaco. Inoltre è garantita una stretta collaborazione con l’Ambasciata di Svizze-ra a Berlino e i consolati generali nonché con l’Associazione svizzera di football.

Scorta ai treni speciali
I treni speciali che porteranno i tifosi svizzeri alle partite della nazionale saranno scortati da agenti delle polizie cantonali e della polizia ferroviaria. Se necessario, saranno scortati anche i treni speciali dei tifosi di squadre straniere che attraver-sano la Svizzera.

Finché la Svizzera non sarà eliminata, agenti svizzeri in civile che conoscono gli ambienti della tifoseria sosterranno i colleghi tedeschi. Nei giorni in cui sarà im-pegnata la nazionale svizzera, negli stadi, nelle stazioni ferroviarie e negli aero-porti saranno presenti, a fianco degli agenti tedeschi, anche agenti in uniforme del Corpo delle guardie di confine e della polizia. Agenti svizzeri in uniforme sa-ranno saltuariamente impegnati anche fuori dagli stadi, dalle stazioni ferroviarie e dagli aeroporti. Saranno inoltre presenti specialisti in civile per combattere i borseggiatori.

Poiché i mondiali 2006 si svolgono nelle immediate vicinanze della Svizzera, le forze di sicurezza svizzere hanno la possibilità, in qualità di osservatori, di esa-minare con sopralluoghi il lavoro dei colleghi tedeschi. Le esperienze raccolte in occasioni di questi sopralluoghi e con gli interventi potranno essere sfruttate direttamente per EURO 2008, contribuendo a perfezionare il relativo piano di sicurezza.

Indicazioni e informazioni importanti delle rappresentanze svizzere in Germania sono disponibili su: Link Link

Contatto / informazioni
Comunicazione e media fedpol, T +41 58 463 13 10, Contatto