Base giuridica per la lotta contro la tifoseria violenta

Il Consiglio federale pone in consultazione il disposto costituzionale

Comunicati, DFGP, 17.01.2007

Mercoledì il Consiglio federale ha posto in consultazione un disposto costituzionale per la creazione, a livello federale, di una base legale per la lotta contro la tifoseria violenta. Si tratta di una decisione provvisoria, nel caso in cui i Cantoni non si accordassero su un concordato. In tal caso la Confederazione deve poter emanare prescrizioni atte a impedire e reprimere gli atti violenti in occasione di manifestazioni sportive.

Al fine di mettere a disposizione delle autorità nuovi strumenti di lotta contro la violenza in occasione di manifestazioni sportive, il Parlamento, nella sessione primaverile del 2006, ha integrato nella legge federale del 21 marzo 1997 sulle misure per la salvaguardia della sicurezza interna (LMSI) opportune disposizioni in materia. La revisione prevede la creazione di un sistema d’informazione sulla tifoseria violenta teso a far uscire dall’anonimato i disturbatori violenti e ad allontanarli dagli stadi e dalle loro immediate vicinanze mediante l’interdizione di accedere a un’area, l’introduzione di un obbligo di presentarsi alla polizia e il fermo preventivo di polizia della durata massima di 24 ore. Nel quadro dei dibattiti parlamentari è stata tuttavia contestata la costituzionalità di tre misure (il divieto di accedere a un’area, l’obbligo di presentarsi alla polizia e il fermo preventivo di polizia per i tifosi violenti). Per questo motivo il Parlamento ha deciso di limitare nel tempo l’applicazione di tali misure (fino alla fine del 2009). Nello stesso tempo ha incaricato il Consiglio federale di fare in modo che le misure previste possano essere applicate, senza interruzioni, anche dopo la scadenza stabilita.

Disposto costituzionale o concordato?

Una mozione della Commissione giuridica del Consiglio degli Stati non specifica se tale obiettivo sarà raggiunto mediante un concordato intercantonale o una modifica costituzionale. Per poter adempiere tale mandato prima della fine del 2009, il Consiglio federale, d’intesa con i Cantoni, ha avviato i lavori per la creazione di una nuova base costituzionale già nel corso dell’estate. Durante la prossima primavera la Conferenza dei direttori cantonali di giustizia e di polizia (CDCGP) deciderà se optare per la soluzione a livello di concordato o per quella federale. I lavori di preparazione di una base costituzionale saranno portati avanti finché non sarà definitivamente conclusa l’imminente realizzazione di un concordato intercantonale prima dello scadere delle misure a tempo determinato.

Base costituzionale chiara

Secondo l’avamprogetto posto in consultazione, la Confederazione otterrebbe una competenza esplicita per emanare prescrizioni atte a impedire e reprimere gli atti violenti in occasione di manifestazioni sportive. Con l’integrazione dell’articolo sullo sport (art. 68 Cost.) s’intende creare una base costituzionale chiara e duratura per il pacchetto di misure previsto dalla LMSI. La consultazione durerà fino al 20 aprile 2007.

Contatto / informazioni
Reto Brand, Ufficio federale di giustizia, T +41 31 322 87 01, Contatto