La consigliera federale Widmer-Schlumpf al comitato misto Schengen

Comunicati, DFGP, 07.10.2010

Berna. La consigliera federale Eveline Widmer-Schlumpf, capo del Dipartimento federale di giustizia e polizia, ha partecipato oggi al comitato misto Schengen del Consiglio dei ministri di giustizia e dell’interno dell’UE a Lussemburgo. Il comitato misto Schengen, nel cui ambito s’incontrano regolarmente i ministri di giustizia e dell’interno degli Stati dell’UE e degli Stati associati a Schengen, si è occupato tra l’altro dello stato di attuazione del Sistema d’informazione sui visti (CS-VIS) e del Sistema d’informazione di Schengen di seconda generazione (SIS II).

I ministri sono stati informati dalla presidenza belga che il Sistema d’informazione sui visti (CS-VIS) potrà presumibilmente entrare in funzione nel giugno 2011. Per motivi di carattere tecnico, la data prevista a suo tempo (dicembre 2010) ha dovuto essere posticipata. Il progetto svizzero per il Sistema d’informazione nazionale sui visti (N-VIS), che verrà collegato al CS-VIS come tutti gli altri sistemi nazionali dei Paesi Schengen, procede come previsto.

Sono inoltre stati discussi gli ulteriori passi necessari per il Sistema d’informazione di Schengen SIS II, in primo luogo un nuovo scadenzario e un nuovo piano finanziario. SIS II andrà a sostituire l’attuale Sistema SIS e amplierà l’insieme dei dati segnaletici grazie alle impronte digitali e alle foto delle persone ricercate.

Su richiesta della Repubblica Ceca, la Commissione ha inoltre illustrati gli ultimi sviluppi riguardo alla decisione adottata dal Canada nel giugno 2009 di reintrodurre l’obbligo del visto per i cittadini cechi.

Per ulteriori informazioni

Daniel Klingele, Missione svizzera presso l'UE, T +32 473 98 34 20