Firma di un accordo sui visti con la Giamaica

Comunicati, DFGP, 03.11.2010

Berna. In data odierna Alard du Bois-Reymond, direttore dell'UFM, e Peter C. Black, ambasciatore giamaicano in Svizzera, hanno firmato a Berna un accordo sulla soppressione dell'obbligo dei visti per i titolari di un passaporto diplomatico o di servizio.

Con l'entrata in vigore dell'accordo, 30 giorni dopo la firma, i titolari di un passaporto diplomatico o di servizio valido rilasciato da una delle Parti contraenti, che siano membri di una rappresentanza diplomatica o consolare del loro Stato, potrnno entrare sul territorio dell'altro Stato e soggiornarvi senza visto per tutta la durata delle loro funzioni.

In virtù dell'accordo sono esentati dall'obbligo del visto anche i titolari di un passaporto diplomatico o di servizio valido rilasciato da una delle Parti contraenti, che intendono recarsi sul territorio dell'altro Stato e di soggiornarvi per massimo 90 giorni al fine di partecipare a una riunione o conferenza.

Prima dell'entrata in vigore, il 12 dicembre 2008, dell'accordo d'associazione a Schengen firmato dalla Svizzera, i cittadini giamaicani erano autorizzati a entrare in Svizzera senza visto. In seguito al recepimento delle disposizioni comuni di Schengen in materia di visto di breve durata, la Svizzera ha dovuto reintrodurre un obbligo generale del visto. Il nostro Paese può tuttavia continuare a fissare autonomamente le disposizioni in materia di visti applicabili ai titolari di un passaporto diplomatico o di servizio e concludere pertinenti accordi bilaterali. L'estensione della libertà di viaggiare di questa categoria di persone favorisce la cooperazione internazionale e rafforza la posizione della Svizzera quale sede di diverse organizzazioni internazionali.