Simonetta Sommaruga riceve il ministro della Diaspora del Kosovo Ibrahim Makolli

Comunicati, Il Consiglio federale, 19.03.2012

Berna. Lunedì la consigliera federale Simonetta Sommaruga, capo del Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP), ha accolto il ministro della Diaspora del Kosovo Ibrahim Makolli per una visita di lavoro. Nel corso dell’incontro, i due ministri hanno discusso l’attuale situazione dei circa 150 000 cittadini kosovari residenti in Svizzera, soffermandosi in particolare sulla loro integrazione e in generale sulla cooperazione migratoria tra i due Paesi.

La comunità kosovara ospitata dalla Svizzera è la seconda in ordine di grandezza. I due ministri hanno in particolare discusso le possibilità per incoraggiare l’integrazione dei cittadini kosovari in Svizzera, al fine di migliorare ulteriormente le qualifiche dei Kosovari che incontrano difficoltà nell’accedere al mercato del lavoro. I colloqui vertevano altresì sugli strumenti che consentono alla diaspora di tenersi aggiornati sulla lingua e la cultura albanesi, grazie a organizzazioni e a corsi nella maggior parte dei Cantoni svizzeri.

I due ministri hanno discusso il progetto «diaspora for development» della Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC), finalizzato a meglio valorizzare le competenze della comunità kosovara in Svizzera per agevolare lo sviluppo socio-economico del Kosovo.

È stata inoltre discussa la cooperazione in materia di polizia tra i due Paesi. La criminalità organizzata proveniente dal Kosovo svolge un ruolo importante per l’evoluzione della criminalità in Svizzera. Da luglio 2010 un addetto di polizia svizzero si trova a Pristina.

I due ministri hanno inoltre affrontato la questione della liberalizzazione dei visti Schengen. L’Unione europea ha avviato il dialogo con il Kosovo in merito e la Svizzera, in qualità di Stato Schengen, è direttamente coinvolta. La Svizzera sostiene gli sforzi profusi dal Kosovo per adempire le condizioni poste dall’Unione europea per esentare dal visto i cittadini kosovari. L’ambasciata svizzera di Pristina accorda il 40 per cento dei visti Schengen.

Contatto / informazioni
Servizio d'informazione DFGP, T +41 58 462 18 18, Contatto